Excite

Vallettopoli 2, le foto di Lapo Elkann a Milano

Il rampollo di casa Agnelli, Lapo Elkann, mentre esce da un palazzo della periferia milanese e sale a bordo della sua Ferrari F430 gialla. Questo è quanto si vede nella fotografia che domani il settimanale Oggi pubblicherà. Si tratta di una delle immagini al centro dell'inchiesta del pm Frank Di Maio sui fotoricatti.

Niente di male si potrebbe pensare se non fosse che in quel palazzo da cui Elkann è uscito vive un transessuale che, a quanto pare, il rampollo di casa Agnelli avrebbe frequentato per mesi. Come si legge su Il Corriere delle Sera, il servizio era stato offerto al periodico diretto da Andrea Monti nel giugno dello scorso anno.

Ecco le foto di Lapo Elkann incriminate

A quel tempo Oggi ha deciso di non pubblicarlo perché ritenuto solo 'un'indebita intrusione nella privacy di una persona'. Adesso però le cose sono cambiate, c'è un'inchiesta in corso e quelle immagini rappresentano una notizia.

Su quelle fotografie sembra poi snodarsi tutta una complessa situazione. Il Corriere della Sera dà, infatti, notizia anche dell'intervista concessa dall'ex fotografo dei vip Fabrizio Corona ad Alessandro Penna e Giuseppe Fumagalli e che sarà pubblicata domani insieme al servizio. Nell'intervista Corona ha affermato di aver offerto quegli scatti anche al Corriere della Sera, alla fine del 2009, ma il quotidiano sostiene che questo non sia mai avvenuto.

Nell'intervista Corona ha affermato: 'Il 29 dicembre scorso ho mandato al direttore Ferruccio de Bortoli due pagine in cui raccontavo le avventure parigine di Lapo e il salvataggio di Signorini, uno dei più imponenti ritiri nella storia del giornalismo gossipparo italiano. E facevo una riflessione. Come mai il 'testimone' Signorini, che nel processo a mio carico aveva detto di non conoscere e di non aver mai usato la pratica dei 'ritiri', potesse usare il 'metodo Corona' senza finire nel mirino della giustizia (...) Alla lettera, poi, allegavo l'offerta di un servizio fotografico: Lapo che va a trans a Milano, in Ferrari gialla. Sono scatti che hanno una storia interessante'.

Ma il quotidiano ribatte: 'La lettera di cui parla Corona arriva in redazione nella versione definitiva l'11 gennaio, data in cui nulla era trapelato sulla inchiesta. Come è sua consuetudine, il Corriere accetta di ospitare le due pagine purché sia data la possibilità agli altri due diretti interessati, Lapo Elkann e Alfonso Signorini, di replicare. Ma su questo punto Fabrizio Corona non è disponibile. Quindi la pubblicazione non avviene. Per quanto riguarda gli scatti, non sono mai stati offerti alla Direzione del Corriere'.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017