Excite

Vallettopoli, oggi la sentenza. Fabrizio Corona rischia 7 anni

Oggi alle 12 sarà emessa la sentenza nel processo milanense su Vallettopoli. L'imputato è il fotografo dei vip Fabrizio Corona. I giudici della quinta sezione penale del Tribunale di Milano dovranno decidere se Corona è colpevole di estorsione e tentata estorsione per alcune foto-ricatto scattate ai danni di alcuni personaggi famosi, tra cui Lapo Elkann e i calciatori Adriano, Alberto Gilardino e Francesco Coco. I giudici si sono ritirati in camera di consiglio poco prima delle 10.

L'agente fotografico rischia una condanna a 7 anni e 2 mesi di reclusione, come chiesto dal pm Frank Di Maio. Il difensore di Corona, l'avvocato Giuseppe Lucibello, ha invece chiesto l'assoluzione con formula piena.

In Tribunale al fianco di Corona questa volta non ci sarà la fidanzata e, a quanto pare promessa sposa, Belen Rodriguez. La showgirl ha detto: "Anche se sono vicina a Fabrizio non andrò in Tribunale. Il suo caso è talmente mediatico che la mia presenza sarebbe inopportuna. Non ho bisogno di farmi vedere".

All'Ansa la Rodriguez ha spiegato: "Io non ero con lui nel periodo dei fatti. Ma penso che se c'è una legge, vale per tutti: nessuna legge dice che non puoi essere stronzo. Il pm Di Maio in fondo lo accusa di essersi comportato da bullo. Ma questo non è un reato. Certo se io stavo con lui in quel periodo forse lo avrei lasciato, o gli avrei chiesto di smetterla. Ma il fatto di 'prendere in giro il sistema' mi fa ridere. Non lo conoscevo ancora ma pensavo a lui con simpatia. Uno non può essere condannato per comportamenti non morali. Purtroppo sono molti ad avere questi comportamenti, altrimenti non si va da nessuna parte. Non mi aspetto di certo che Fabrizio venga assolto in primo grado i suoi avvocati mi hanno già detto che non avverrà, perché sarebbe uno scandalo e tutti devono fare la loro parte. Infine, penso che in Italia i soldi delle intercettazioni andrebbero spesi meglio, magari per costruire le case in Abruzzo, o per altri fini più nobili".

I guai giudiziari di Corona, quindi, non termineranno oggi anche perché a prescindere dalla sentenza odierna, come riportato da Leggo, il fotografo ha altri imminenti appuntamenti con la giustizia. Il 15 dicembre si aprirà, davanti al gup di Milano Enrico Manzi, l'udienza preliminare a carico di Corona per corruzione. Il fotografo è, infatti, accusato di aver corrotto una guardia carceraria di San Vittore, nel periodo in cui era detenuto, per far entrare una macchina fotografica e realizzare un servizio.

Stanno poi per chiudersi le indagini per evasione fiscale e bancarotta in relazione al fallimento della agenzia fotografica Coronàs e il 20 gennaio prossimo il gup di Potenza potrebbe decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio per Corona e altre 13 persone, nell'ambito dell'inchiesta sui ricatti a personaggi del mondo dello spettacolo del pm Henry John Woodcock. Il fotografo è inoltre imputato a Torino per estorsione ai danni dell'attaccante juventino David Trezeguet.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2014