Excite

Venezuela, aereo scomparso: il 'giallo' dell'sms

  • Google Maps

La speranza che Vittorio Missoni, Maurizia Castiglioni, Guido Foresti, Elda Scalvenzi, il pilota e il copilota del piccolo aereo da turismo scomparso il 4 gennaio sull'arcipelago di Los Roques, in Venezuela, siano ancora vivi è appesa non a un filo, ma a un sms. Dopo ore di silenzio e decine e decine di telefonate a vuoto ai cellulari dei quattro italiani, il figlio sedicenne di Foresti, Cesare, ha infatti ricevuto un 'messaggino' che lo avvisava che il telefono del papà era di nuovo disponibile.

Vittorio Missoni scomparso in Venezuela, la famiglia: "Abbiamo speranza"

"Sono di nuovo raggiungibile. Chiama ora" è l'sms che l'adolescente ha visto arrivare sul proprio cellulare nella notte tra venerdì e sabato, dunque dopo la scomparsa del bimotore dai cieli venezuelani. Così Cesare ha chiamato. Subito. Con il recall automatico. Ma nonostante tra l'avviso e la telefonata non fossero intercorsi che pochi istanti, il telefono del signor Foresti era di nuovo non disponibile. Che cosa significa, dunque, quel messaggio?

Per i familiari degli scomparsi soprattutto speranza, anche se pensare che il volo dei quattro italiani non si sia inabissato apre la strada a nuove ipotesi, tutto meno che rassicuranti: Foresti, Missoni e le loro compagne, infatti, potrebbero essere nelle mani di delinquenti senza scrupolo, trafficanti di droga, è il timore. Del resto, l'ipotesi del dirottamento è anche una delle nuove tracce su cui stanno indagando gli investigatori per spiegare la scomparsa 'gemella' avvenuta cinque anni fa, nella medesima zona e neel medesimo giorno, di un altro velivolo da turismo su cui viaggiavano 8 turisti italiani.

E le analogie tra le due misteriose sparizioni non si fermano qui: anche allora, infatti, un messaggino di recall partì dal telefono di una delle donne sull'aereo, Annalisa Montanari, e fu ricevuto da un amico, Fabio Bencivelli, che provò più volte a chiamare il numero, trovando prima la segreteria telefonica spagnola e poi sentendo suonare libero. Un mistero, anche quello, mai risolto, nonostante l'esposto presentato da Bencivelli.

Aereo scomparso in Venezuela, a bordo il figlio dello stilista Missoni

In realtà, però, come spiegano gli operatori, l'sms di avviso non sempre arriva in tempo reale e soprattutto in caso di roaming internazionale il ritardo può essere cospicuo, anche di diverse ore. Una forbice che rende difficile identificare con certezza quando il cellulare è tornato operativo, ma che comunque non toglie il fatto che dopo la scomparsa dai radar, a un certo punto e in qualche modo, il telefono di Foresti è stato (per quanto non si sa) di nuovo raggiungibile.

Intanto comunque le autorità venezuelane hanno fatto sapere che le ricerche proseguiranno ancora per sette giorni e si sposteranno più a ovest di Los Roques, per seguire le correnti. L'ipotesi ancora seguita, infatti, è che l'aereo dei quattro italiani si sia inabissato. Come ha rivelato un testimone a Tgcom 24, "c'è qualcuno che dice che hanno trovato una macchia d'olio, ma sono tutte voci e non si sa cosa sia vero o meno".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017