Excite

Veronica Panarello fermata per l’omicidio del figlio. Il padre di Loris: "Se è stata lei può morire"

  • Twitter @OpenMagTw

La notizia del fermo di Veronica Panarello, madre del piccolo Loris scomparso sabato 29 novembre e ritrovato morto in un canale a Santa Croce Camerina, è arrivata in nottata dopo un lungo interrogatorio di fronte ai magistrati della Procura di Ragusa ed un successivo trasferimento in Questura.

Indizi contro Veronica Panarello, la madre di Loris al centro dei sospetti della Procura

Ore ed ore di serrato confronto con la donna, sottoposta a domande incrociate sui possibili alibi per la giornata in cui il figlio di 8 anni ha perso la vita in circostanze ancora da chiarire, sono servite agli inquirenti per mettere nero su bianco un provvedimento che da tempo era nell’aria.

Reporters e curiosi si erano assiepati ieri già in mattinata davanti all’abitazione della famiglia Stival, in attesa del sempre più probabile arrivo delle forze dell’ordine che infatti nel tardo pomeriggio ha portato via la madre di Loris col viso coperto a bordo di una volante della Polizia di Stato dagli agenti, su ordine del Procuratore di Ragusa.

Gravissima l’accusa della quale dovrà rispondere Veronica Panarello, sospettata di aver ucciso suo figlio Loris Stival da sola, senza collaborazione di altre persone nell’esecuzione dell’efferato omicidio che ha sconvolto la comunità di Santa Croce Camerina e l’opinione pubblica nazionale.

(La madre di Loris fermata: è lei ad aver ucciso il bimbo di Santa Croce Camerina?)

Decisivi, ai fini della determinazione della misura restrittiva emessa nei confronti della donna, gli elementi di prova forniti dalle riprese delle telecamere di sorveglianza poste lungo la strada del Mulino Vecchio, dove (al contrario di quanto affermato finora dalla diretta interessata) la Polo della signora Stival era passata senza rallentare proprio nell’orario della scomparsa del figlio.

Al fermo farà seguito, nel caso in cui vi sia l'ok del giudice delle indagini preliminari, investito della convalida dell’atto da parte del pubblico ministero, a sua volta chiamato a notificare la richiesta dopo il deposito del provvedimento entro le prossime 48 ore come stabilito dalla legge.

I reati contestati sono omicidio volontario aggravato e occultamento del cadavere: stamattina è previsto un interrogatorio di garanzia alla presenza dell’avvocato difensore, nei locali della Questura di Ragusa intorno alle 10,30.

Sconvolto dal blitz della Polizia nell’abitazione di famiglia, il padre di Loris Stival ha commentato il fermo della moglie in un primo momento con le parole “il mondo mi cade addosso”, per poi precisare che “se è stata Veronica, può morire”.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017