Excite

Viaggiatore polacco muore colpito con taser

Era il suo primo viaggio in aereo, e ne era spaventato. Partito dalla Polonia, era volato da Berlino con destinazione Vancouver, in Canada, per andare a vivere con la madre.

Robert Dziekanski, 40 anni, non parlava l'inglese. Arrivato all'aeroporto non ha trovato la madre, ed è entrato in un profondo stato di agitazione. Scaraventa a terra un notebook, poi lancia un tavolino contro il vetro. Ad assistere alla scena ci sono alcuni poliziotti ed un ragazzo di 15 anni che filma tutto.

Entrano in azione i poliziotti e provano a sedarlo. Utilizzano il taser, un'arma che lancia scariche elettriche. Ad una prima scarica l'uomo cade a terra in preda a convulsioni, poi arriva una seconda scarica, che sarà fatale per l'uomo.

Il video, che la madre di Robert ha deciso di far diffondere, sta scioccando il Canada, riaprendo le polemiche sull'uso dei taser. "La Polizia ha agito in modo spropositato - ha detto l'ambasciatore polacco in Canada - Dziekanski era una persona agitata, terrorizzata, ma non violenta, non voleva picchiare nessuno". Forse il video, che vi proponiamo, potrà chiarire le dinamiche del fatto.

La polizia canadese uccide un uomo col taser

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016