Excite

Video incidente aereo San Francisco: pilota inesperto, tragedia causata da errore umano?

  • Twitter

La dinamica dell'incidente aereo di sabato scorso a San Francisco è ancora tutta da verificare, ma intanto emergono dettagli sul pilota e sulle vittime che allungano ombre inquietanti sulla vicenda del Boeing 777 dell'Asiana Airlines schiantatosi in fase di atterraggio. Secondo le ultime notizie circolate, infatti, il comandante Lee Gang-guk era in fase di addestramento su questo specifico tipo di volo, mentre una delle due ragazze sedicenni morte - Ye Meng-yuan e Wang Lin-jia - potrebbe essere stata investita da un mezzo dei vigili del fuoco, subito intervenuti per domare l'incendio sviluppatosi dopo l'impatto.

San Francisco, aereo si schianta all'atterraggio: le foto su Twitter

Stando alle dichiarazioni diffuse dal portavoce della compagnia aerea con base a Seul, Lee Hyomin, Lee Gang-guk ha maturato circa 10 mila ore di volo su altri aerei, ma solo 43 sui Boeing 777, ragione per cui con lui c'era un altro pilota, Lee Jeong-min, che con 12.390 ore di volo, di cui 3.220 sui 777, doveva supervisionare Gang-guk nella sua formazione. Una notizia, quest'ultima confermata anche dal ministero sudcoreano dei Trasporti, che però non basta a chiarire perché l'aereo si sia schiantato al suolo: errore umano causato dall'inesperienza del pilota o avaria?

Deborah Hersman, direttore del National Transportation Safety Board (Ntsb, l'Agenzia Nazionale Usa per i Trasporti), ha dichiarato alla stampa che il Boeing dell'Asiana Airlines volava a una velocità "significativamente" inferiore rispetto a quella standard per il tipo di manovra e che prima dell'incidente la torre di controllo non ha ricevuto alcuna segnalazione di guasti o problemi.

Piuttosto, nei momenti precedenti l'impatto il pilota ha dato nuovamente gas ai motori e ha chiesto l'autorizzazione a interrompere la manovra e a riprendere quota, come testimoniano anche le scatole nere. Un video amatoriale ripreso da tal Fred Hayes e trasmesso dalla Cnn, mostra inoltre che al momento dell'atterraggio il Boeing aveva un assetto strano, non parallelo alla pista, ma fortemente angolato, con la coda troppo bassa rispetto al muso.

Insomma, sul giovane Gang-guk (e sul suo supervisore) sembrerebbero addensarsi le nubi del disastro colposo, anche se c'è un altro dettaglio di cui l'Ntsb dovrà tenere conto nella sua indagine: a quanto pare, infatti, uno strumento per aiutare i piloti in fase di atterraggio, il cosiddetto glide slope, all'aeroporto di San Francisco sarebbe fuori uso da giugno.

Per quanto riguarda invece le conseguenze in termini di vite umane dello spaventoso incidente, è confermata la notizia di 182 feriti (alcuni pare in condizioni gravi) e di 2 vittime, due ragazze di 16 anni originarie di Jiangshan, nella provincia dello Zhejiang, Cina orientale. Tuttavia, proprio in queste ore sulla fine di una di loro stanno emergendo dettagli a dir poco inquietanti: stando alle indiscrezioni trapelate, infatti, una vittima - trovata visino agli scivoli di emergenza - sarebbe stata investita da un mezzo dei vigili del fuoco. "Potrebbe essere stato uno dei nostri mezzi a causare ulteriori ferite oltre a quelle riportate nell'incidente, oppure un altro veicolo. Sarà parte della nostra inchiesta", ha detto alla stampa il il capo dei pompieri di San Francisco, Joanne Hayes-White, aggiungendo di essere in attesa di conoscere i risultati dell'autopsia.


Il video amatoriale di Fred Hayes che mostra lo schianto del Boeing

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017