Excite

Vittorio Arrigoni, il blitz di Hamas

Ieri Hamas ha condotto un blitz contro gli ultimi tre salafiti ricercati per l'uccisione di Vittorio Arrigoni, il militante pacifista di International Solidarity Movement (Isn) rapito e ucciso nella Striscia di Gaza (leggi la notizia). Subito dopo la diffusione del video che mostrava un Arrigoni in pessime condizioni la Farnesina aveva avviato contatti 'informali' con l'Anp di Abu Mazen per chiederne la liberazione.

Il video del volontario rapito

I miliziani di Hamas avevano dato il via a una vera e propria caccia all'uomo per cercare di rintracciare il gruppo di rapitori e l'ostaggio prima della scadenza dell'ultimatum di 30 ore proclamato nel video, ma nel giro di poco tempo è arrivato il triste epilogo. Il corpo di Arrigoni viene trovato in una casa abbandonata del rione Qarame di Gaza City.

Alcune immagini di Vittorio Arrigoni

Immediato il commento di un portavoce di Hamas, il quale aveva affermato che il militante pacifista era 'un amico del popolo palestinese' e aveva fatto sapere che due uomini erano stati arrestati mentre altri erano ricercati. Ora la notizia del blitz nel quale due dei salafiti sono stati feriti. Fonti mediche di Gaza hanno fatto sapere che uno dei due è morto a causa delle lesioni riportate, mentre l'altro, il giordano Abu Abdel Rahman Bereitz, si sarebbe suicidato facendosi esplodere per evitare la cattura. Nel corso della sparatoria, in cui sono rimasti feriti anche dei poliziotti, si è arreso Mohammad Salfiti che è stato così arrestato. Il blitz di Hamas è stato compiuto nel campo profughi di Nuseirat, nella Striscia di Gaza, nel tentativo di arrestare i latitanti ricercati per il rapimento e l'uccisione del volontario italiano.

L'estremo saluto di Gaza a Vittorio Arrigoni, il video

La mamma di Vittorio Arrigoni, Egidia Beretta, ha lanciato un appello diffuso da Peace Reporter. La donna ha detto: 'Che giustizia sia fatta, che i colpevoli paghino, ma nel rispetto della dignità della vita umana. So che a Gaza vige la pena di morte. I presunti esecutori dell'omicidio di Vittorio, se ritenuti colpevoli, verranno quasi sicuramente uccisi. Io sono contro la pena di morte, e anche Vittorio lo era. Considerava la vita come il valore supremo. Per questo, chi dovrà giudicare i suoi assassini sappia che Vittorio non avrebbe mai voluto che fossero condannati a morte'. E ancora: 'Se la morte di Vittorio non porterà che frutti di pace e di speranza, quest'altra morte non genererebbe che odio e violenza. Se me ne compiacessi, come potrei, come potremmo continuare a ripetere il grido, l'appello, la supplica di Vittorio: Restiamo umani?'.

'Restiamo umani', l'ultima intervista di Vittorio Arrigoni. Il video

La salma di Vittorio Arrigoni rientrerà oggi nel tardo pomeriggio a Roma e arriverà a Bulciago, in provincia di Lecco, domani sera dopo l'autopsia. I funerali saranno celebrati il 24 aprile, giorno di Pasqua, alle ore 16.30.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017