Excite

Vittorio Missoni, ritrovato il corpo e l'aereo: cinque persone a bordo

  • tgcom24.mediaset.it

Sarebbe proprio quello su cui viaggiavano Vittorio Missoni, la compagna Maurizia Castiglioni e gli amici Guido Foresti ed Elda Scalvenzi l'aereo localizzato al largo delle coste di Los Roques lo scorso 27 giugno e a bordo sareberro stati trovati i resti di cinque persone: con molta probabilità la comitiva dello stilista e il copilota. La notizia è stata data all'Ansa da non meglio precisate fonti locali e viene riportata anche dal sito venezuelano El Universal. Dunque è finito il lungo mistero intorno alla sorte dell'Islander YV2615U scomparso nel nulla poco dopo le feste di Natale, venerdì 4 gennaio 2013.

Vittorio Missoni, aereo ritrovato: l'annuncio su Twitter

Secondo le informazioni trapelate, il recupero dei corpi è iniziato lunedì 14, dopo il sì a procedere dato dal Procuratore Generale, e i resti saranno sottoposti ad analisi e al test del DNA per dare loro un'identità certa. Un italiano residente a Gran Roques e proprietario della posada Acquamarina, Giorgio Serloni, ha aggiunto che anche il velivolo su cui viaggiavano Missoni, la compagna e gli amici sarà recuperato per stabilire le cause dell'incidente. Poco prima della scomparsa dell'aereo dai radar, infatti, i piloti si erano messi in contatto con la torre di controllo di Maiqueta, l'aeroporto di Caracas, e avevano confermato che il volo procedeva regolarmente e che non 'erano problemi.

Los Roques, aereo disperso nel 2008 è stato ritrovato: sulla stessa rotta sparì quello di Missoni

Circostanza che, insieme alla sparizione repentina e al fatto che per mesi dell'Islander YV2615U non si è trovata alcuna traccia, ha creato un vero e proprio mistero intorno alla sorte dello stilista e di Maurizia Castiglioni, Guido Foresti ed Elda Scalvenzi: a un certo punto è anche circolata l'ipotesi che l'aereo e i suoi passeggeri potessero essere stati dirottati dai trafficanti di droga, gettando una luce se possibile ancora più angosciosa sulla fine toccata alla comitiva di italiani.

La localizzazione a giugno da parte della nave oceanografica americana Deep Sea del rottame del velivolo - a 76 metri di profondità e spezzato in più punti - ha messo un primo punto fermo alla vicenda e il ritrovamento dei cinque corpi con ancora le cinture allacciate forse aiuterà gli inquirenti a capire che cosa è accaduto quel maledetto venerdì e a dare - una volta per tutte - una risposta ai familiari delle vittime.

La sparizione dell'aereo su cui viaggiavano Missoni, la compagna e gli amici ha avuto grande rilevanza anche in Venezuela, per via naturalmente della notorietà dello scomparso, ma anche perché gli incidenti sulla rotta della morte sono una vera e propria emergenza, che rischia di affossare il turismo e, di conseguenza, l'economia della zona. Sulla stessa tratta, infatti, 5 anni fa e - per una tragica coincidenza del destino - lo stesso giorno di gennaio, è sparito nel nulla un altro velivolo su cui viaggiavano otto italiani: Paolo Durante, la moglie Bruna Guerrieri e le figlie Sofia e Emma di sei e otto anni, Annalisa Montanari, Rita Calanni Rindina, Stefano Frangione e Fabiola Napoli. Il loro aereo è stato localizzato qualche giorno prima quello di Missoni, il 20 giugno, ma in questo caso il mare e il tempo hanno privato le famiglie di una bara sui cui piangere.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017