Excite

Vittorio Missoni, zaino ritrovato vicino a Los Roques: è del figlio dello stilista

  • tgcom24.mediaset.it

E passato più di un mese dalla scomparsa di Vittorio Missoni, della compagna Maurizia Castiglioni e degli amici Elda Scalvenzi e Guido Foresti, 'spariti' mentre erano su un bimotore in volo verso Caracas, e oggi l'ipotesi dell'aereo precipitato in mare per un guasto o una manovra sbagliata per la prima volta diventa la più probabile, se non l'unica, tra le tante formulate in queste lunghe settimane. Sugli scogli dell'isola di Bonaire, situata tra Los Roques e l'isola di Curaçao, è stato infatti ritrovato uno zaino con un'etichetta che non lascia spazio a dubbi sul proprietario: Vittorio Missoni.

Vittorio Missoni scomparso a Los Roques: ritrovata una borsa imbarcata

Si tratta del secondo bagaglio rinvenuto nella zona, dopo che lo scorso 10 gennaio a Curaçao era stata recuperata una borsa da kitesurf di un turista italiano che non era a bordo dell'aereo del figlio dello stilista, ma che sul bimotore aveva imbarcato il suo zaino. Un ritrovamento che ha spinto il cognato di Missoni, Claudio Verna, e l'esperto antidroga dell'ambasciata italiana a Caracas, il vicequestore Carlo Mazza, a ipotizzare che se le correnti avevano portato lì quel bagaglio, molto probabilmente altri borsoni potevano essere rimasti 'incastrati' sulle coste di Bonaire, che si trova davanti Curaçao, facendole da 'scudo'.

Detto, fatto. I due si sono imbarcati su un altro piccolo velivolo da turismo e sono arrivati sull'isola, dove hanno cercato la collaborazione della polizia locale e del giornalista Franklin Antoin, del quotidiano Extra. E proprio quest'ultimo è stato l'artefice del ritrovamento: dopo avere chiesto aiuto ai pescatori della zona, infatti, l'uomo si è recato di persona sul posto e lo scorso 10 febbraio ha rinvenuto la borsa di Missoni sugli scogli del versante sudorientale di Bonaire, in località Bakuna.

L'intuizione di Verna e Mazza, dunque, si è rivelata esatta, anche se non certo 'felice' per quello che comporta. Tuttavia permette di formulare nuove ipotesi sulla rotta tenuta dal bimotore prima di scomparire e di indirizzare le ricerche verso un'area di mare più definita. Perché a questo punto una cosa, purtroppo, sembra chiara: né un dirottamento né un rapimento hanno fatto sparire Vittorio Missoni e i suoi compagni di viaggio, bensì l'acqua blu che circonda le isole dell'arcipelago.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017