Excite

Vittorio Vannutelli, attore de "La Squadra" accusato di sevizie dalla compagna: "Mi ha marchiato a fuoco"

di Simone Rausi

Vittorio Vannutelli: nel curriculum spettacoli teatrali, partecipazioni a fiction come “La Squadra” e ora anche una possibile condanna per violenza sessuale, lesione e stalking. A decidere sarà il giudice nell’udienza del prossimo 17 Aprile ma nel frattempo Vannutelli, si trova protagonista di pesantissime accuse da parte della fidanzata, una trentenne abruzzese che l’ha denunciato al commissariato di Monteverde. Vannutelli è stato arrestato nel 2011 perché presunto protagonista di una storia agghiacciante: calci, pugni, frustate, pratiche erotiche violente riprese con videocamera e molto altro.

Stalking: Luisa Corna scopre tutto, è una donna

Secondo il racconto della fidanzata tutto parte dalla gelosia patologica dell’attore e dalla sua voglia di sperimentare pratiche erotiche sempre più estreme. La prima punizione nel dicembre del 2010. Vannutelli avrebbe immobilizzato la compagna a una panca da palestra. Polsi legati, insulti, frustate, sigarette spente sulla pelle e l’invito a confessare un presunto tradimento. Poi il rapporto sessuale ottenuto con la forza. Secondo quanto riportato dal PM nel video sarebbe visibile con chiarezza l’atteggiamento contrariato della ragazza. “Non è consenziente, si tratta di violenza”.

La storia prosegue e si inabissa in un inferno sempre più cupo. Secondo la ricostruzione della donna nel Febbraio del 2011 Vannutelli torna ancora a picchiare. Rompe un’asta di legno addosso alla compagna e la marchia a fuoco con un ferro a forma di V reso incandescente da un accendino (la ragazza si sarebbe procurata un’ustione di secondo grado). Nel capo di imputazione si continua a leggere di come l’attore abbia costretto la ragazza a vivere in uno stato persistente di ansia e paura: pedinamenti, controllo ossessivo della vita della donna, divieto di vedere gli amici e monitoraggio degli spostamenti. Si arriva perfino alle minacce di morte.

I terribili racconti della compagna di Vannutelli sembrano trovare riscontro nella perquisizione degli agenti presso l’abitazione dell’attore. Sarebbero stati ritrovati la panca da palestra in cui la ragazza dichiara di essere stata seviziata, il ferro a forma di V e la videocassetta con le violenze registrate. Pare inoltre che nel computer dell’uomo siano stati ritrovati anche foto e video pedopornografici. Vittorio Vannutelli rischia ora 8 anni di carcere.

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017