Excite

Vladimir Luxuria arrestata alle Olimpiadi di Sochi: sventolava una bandiera arcobaleno. Allertata la Farnesina

  • Getty Images
>UPDATE: Vladimir Luxuria è stata liberata nella notte. Lo ha annunciato intorno all'una di lunedì 17 febbraio il portavoce del Gay Center, Fabrizio Marrazzo, spiegando che è stata la stessa attivista transgender ad avvertire con un sms: "Sono stata liberata e domani assisterò ai Giochi".

Brutta disavventura per Vladimir Luxuria: l'ex parlamentare è stata arrestata a Sochi mentre assisteva alle Olimpiadi Invernali. La popolare conduttrice tv, scrittrice ed attivista per i diritti LGBT è stata fermata mentre sventolava una bandiera arcobaleno col messaggio "Gay è ok".

Airport Love, lo spot della Norvegia contro leggi anti-gay in Russia: a Sochi 2014 il bacio lesbo

A segnalare il fermo di Vladimir Luxuria è stata Imma Battaglia, attivista gay e presidente onorario di Dì Gay Project: "Ho appena ricevuto una telefonata da Vladimir Luxuria. È stata arrestata dalla polizia a Sochi mentre assisteva alle Olimpiadi con una bandiera con la scritta in russo 'Gay è ok'" ha spiegato poco dopo aver sentito al telefono Luxuria. Anche Flavio Romani, presidente dell’Arcigay-Associazione Lgbt italiana, ha confermato la notizia del fermo.

Sochi 2014: saltatrice austriaca lesbo, basta con le polemiche gay in Russia

Ai microfoni di Corriere.it, la Battaglia spiega che Vladimir Luxuria era in Russia per un servizio, forse un reportage del programma di Italia 1 Le Iene, o almeno questo è quanto ha riferito il suo agente. Questo il racconto preoccupato della consigliera comunale a Roma: "Mi ha mandato un sms pochi minuti fa con scritto: 'Aiutami sono imprigionata. Sono sola'. Ho provato a chiamarla, due minuti al telefono e poi la linea è caduta". Vladimir Luxuria ha anche detto all'amica che le sono stati ritirati tutti i documenti.

Luxuria sarebbe stata oggetto di un trattamento "brutale e aggressivo": "Nessuno parla inglese, Vladimir non è riuscita a capire nemmeno in quale commissariato si trova - spiega ancora Imma Battaglia - Ora si trova da sola in una stanza con luci al neon sulla faccia, presumibilmente in stato di fermo".

La stessa Battaglia ha contattato l’Unità di crisi della Farnesina: lo staff di Emma Bonino ha fatto sapere che il ministero si sta già occupando del fermo di Vladimir Luxuria. Il console e l’unità di crisi a Sochi sono già stati allertati e la stanno cercando.

Luxuria era arrivata a Sochi nel pomeriggio. Lo aveva annunciato via Twitter postando anche una sua foto nel Parco olimpico con un ventaglio arcobaleno: "Sono a Sochi! Saluti con i colori della rainbow, alla faccia di Putin!", aveva scritto l’ex parlamentare di Rifondazione Comunista. Subito dopo la diffusione della notizia dell'arresto, su Twitter è stato lanciato l'hashtag #freeLuxuria. "Ribelle, libera, senza paura dei gendarmi della moralità di Stato - scrive il leader di Sel Nichi Vendola - Grazie Vladimir Luxuria. Ti vogliamo presto libera e qui, accanto a noi, per altre nuove battaglie".

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017