Excite

Yara Gambirasio, prelevato il Dna a dieci persone della zona

Sul povero corpo di Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate Sopra che era scomparsa lo scorso 26 novembre, ieri si è svolta l'autospia che si è conclusa a tarda notte all'Istituto di medicina legale di Milano, in via Mangiagalli. Ora sono in corso le analisi nel tentativo di dare risposta alle domande che riempiono questo dramma. Per avere l'esito delle analisi di laboratorio eseguite da un genetista e da un tossicologo ci vorrà qualche giorno. Ma, secondo alcune indiscrezioni, gli inquirenti avrebbero già acquisito il Dna di 10 persone, tra Brembate Sopra e Chignolo d'Isola, e hanno precedenti per aggressioni a sfondo sessuale.

Tutte le notizie su Yara Gambirasio

Le analisi di laboratorio sono importantissime per cercare di rintracciare impronte digitali o tracce biologiche estranee alla povera Yara. Impronte o tracce che potrebbero appartenere proprio al suo assassino. Si analizzano, dunque, gli indumenti di Yara e tutti i suoi oggetti che sono stati ritrovati: i guanti neri con i brillantini, l'i-Pod, le chiavi di casa, la carta Sim e la batteria del suo cellulare. A quanto pare, tuttavia, proprio gli indumenti sembrano escludere che la ragazzina sia stata vittima di violenza sessuale. Non ci sono, infatti, strappi o tagli sulla biancheria.

Le immagini del ritrovamento del cadavere di Yara Gambirasio

Le immagini della zona industriale di Chignolo d'Isola

Il video del luogo del ritrovamento del corpo della tredicenne di Brembate

Fiori e messaggi sul banco di scuola di Yara, le immagini

In queste ore gli inquirenti stanno concentrando il loro lavoro sulla zona industriale di Chignolo d'Isola vicino alla quale si trova il campo incolto, fangoso, dove è stato ritrovato il cadavere di Yara. Si vuole cercare di capire se il corpo della giovane si sia decomposto lì oppure se sia stato portato in quel luogo solo in un secondo momento. Oltre all'analisi del terreno, che punta ad accertare la dinamica della morte, l'attenzione è rivolta alle lesioni che sono state trovate in più punti sul corpo di Yara, si tratta di lesioni probabilmente prodotte da un'arma da taglio, che però non è stata ancora ritrovata. Le probabili coltellate che hanno ucciso Yara sarebbero state sei. E, dai primi esami, sembra che la 13enne si sia difesa disperatamente.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017