Excite

Yara Gambirasio, proseguono le ricerche. Si seguono tutte le piste

Questa mattina sono ripartite le disperate ricerche di Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate di Sopra scomparsa la sera dello scorso 26 novembre. Le ricerche si sono concentrate sugli invasi e sulle vasche d'acqua delle aziende della zona.

Alcune immagini di Yara Gambirasio

Le ricerche di domenica 5 dicembre

Le ricerche di lunedì 6 dicembre

Nel frattempo gli investigatori stanno valutando tutte le possibili piste e riprendono in considerazione le poche testimonianze raccolte, anche quella di Enrico Tironi, il 19enne vicino di casa di Yara che domenica 28 novembre aveva dichiarato ai giornalisti di aver notato la ragazzina parlare con due uomini adulti nella via di casa, vicino a un'utilitaria rossa con un'ammaccatura. Tironi, che è stato interrogato anche dal pm Letizia Ruggeri, avrebbe confermato la sua versione. C'è poi la testimonianza di un'ex guardia giurata e di una donna che avrebbero notato due uomini litigare in via Rampinelli; un ragazzino, poi, avrebbe sentito delle grida vicino il palasport del paese e una ragazza avrebbe notato un furgone bianco ad alta velocità in via Locatelli.

Gli investigatori continuano a tenere in considerazione anche la pista che li aveva portati al cantiere dell'ex Sobea e da cui era scattato il fermo del muratore marocchino Mohammed Fikri, poi scarcerato. Intanto i carabinieri del Rac (Reparto analisi criminologiche) di Roma stanno svolgendo analisi sull'ambito delle relazioni di Yara e della sua famiglia con il mondo esterno, ossia parenti, conoscenti, persone incontrate, ambienti frequentati, percorsi abituali. Sono due, dunque, le principali ipotesi prese in considerazione: che Yara si sia allontanata con una persona che conosceva o che sia stata avvicinata da un molestatore.

Sul caso oltre il Rac e il Racis (Raggruppamento carabinieri per le investigazioni scientifiche) stanno lavorando anche i carabinieri del Ros di Brescia. Oggi sono attesi gli uomini dello Sco, il Servizio centrale operativo della polizia di Stato, e presto a Bergamo dovrebbe arrivare anche il direttore dello Sco, Gilberto Caldarozzi, noto per aver risolto numerosi casi difficili.

 (foto © LaPresse)

magazine.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017