Excite

Morte Yara Gambirasio: la ragazza colpita da almeno sei coltellate

L'attesa delle prossime ore è tutta incentrata sull'autopsia che fornirà le prime risposte certe sulla morte di Yara Gambirasio, la 13enne scomparsa lo scorso 26 novembre e trovata sabato pomeriggio in una zona isolata vicino all'area industriale di Chignolo d'Isola, a nove chilometri da Brembate di Sopra.

Morte Yara Gambirasio, il punto sulle indagini

Il video del luogo dove è stato trovato il corpo di Yara

Secondo le prime rilevazioni dei medici legali, il corpo di Yara presenterebbe almeno sei ferite da arma da taglio. La ragazza sarebbe stata colpita prima alla gola, poi avrebbe tentato di difendersi subendo il colpo al polso e, alla fine, sarebbe stata colpita alla schiena. Ferite profonde, a sentire gli inquirenti. Altri segni potrebbero poi essere stati causati dalla prolungata presenza del corpo in un'area boschiva.

Le foto del ritrovamento del corpo

Ed è ancora giallo sul giorno della morte, anche se Yara potrebbe essere stata uccisa la stessa sera della sua scomparsa. Tra i suoi capelli, infatti, lo stesso elastico rosso che aveva al momento di allontanarsi dal Palazzetto dello Sport di Brembate.

Ripercorri tutto il caso Yara

Ieri, intanto, il riconoscimento formale dei genitori Maura e Fulvio Gambirasio, all'istituto di Medicina legale di Milano. Mentre sul fronte delle indagini, il questore di Bergamo Vincenzo Ricciardi ha fatto sapere: 'Abbiamo trovato cose importantissime. Da ieri sono al lavoro ininterrottamente gli esperti scientifici dell'Ert (Esperti ricerche tracce) cercano ogni piccolo segno, ma comunque ciò che è stato trovato è importantissimo'. Il riferimento andrebbe all'iPod della ragazza, alla sim card e alla batteria del cellulare. Nessuna traccia, invece, del telefonino.

(foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017