Excite

Yara Gambirasio uccisa? Marocchino fermato per omicidio

Svolta drammatica nelle indagini su Yara Gambirasio. Nella mattinata di domenica è stato fermato un uomo marocchino (inizialmente si pensava che fosse tunisino), accusato di sequestro di persona e omicidio. Yara sarebbe stata uccisa e le forze dell'ordine sono alle ricerca del cadavere.

Yara Gambirasio, tutte le fasi della vicenda

L'uomo è uno degli operai al lavoro nel cantiere del centro commerciale in costruzione tra Brembate Sopra e Mapello. E' lì che i cani avevano fiutato le tracce di Yara, ed è da lì che il marocchino sarebbe repentinamente fuggito verso l'Africa.

Il nordafricano si è infatti spostato a Genova, ieri, e si è imbarcato sul traghetto Berkane della compagnia del marocchina Comanav-Comarit. La nave era già partita in direzione Tangeri, Marocco ed era ormai fuori acque territoriali quando i carabinieri hanno contattato, tramite la direzione marittima di Genova, il comandante dell'imbarcazione che senza fare problemi ha invertito la rotta. Poi la Guardia Costiera ha raggiunto la nave fermando l'uomo.

Dalle 23 il nordafricano è alla caserma dei Carabinieri di Bergamo, dove il pm Letizia Ruggeri lo sta interrogando. Si parlava anche del concorso in omicidio di un italiano, circostanza al momento smentita. I capi di accusa per il tunisino sarebbero quelli di sequestro di persona, omicidio, occultamento di cadavere.

Roberto Tortorella, comandante provinciale dei Carabinieri, è stato stamattina a casa Gambirasio comuncando ai genitori di Yara le ultime novità prima che filtrassero alla stampa.

Nel frattempo continuano le ricerche di Yara o forse - più tristemente - del suo cadavere. All'opera le forze dell'ordine ma anche centinaia di volontari, concentrati su Brembate Sopra.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017